Contribuzione

Quanto contribuire

Dal momento dell’adesione a Mediafond il lavoratore inizia a costruire la sua pensione complementare facendo confluire nella sua posizione individuale:

TFR
  • somme pari al 100% del Tfr (nel caso in cui il loro primo contratto di lavoro risalga ad una data successiva al 28 aprile 1993);
  • somme pari al 29% o al 100% del Tfr (nel caso in cui il loro primo contratto di lavoro risalga ad una data antecedente al 29 aprile 1993).
CONTRIBUTI
  • contributi a carico del lavoratore. Il contributo minimo che dà diritto a ricevere il contributo dell’azienda è pari allo 0,50% della retribuzione utile ai fini del Tfr;
  • contributi dell’ azienda. Il contributo è obbligatorio solo nel caso di  versamento da parte del lavoratore pari all’1,5%.

Versare contributi non è obbligatorio. Coloro i quali decidono di far confluire nella propria posizione, oltre al Tfr, un contributo almeno pari alla misura minima stabilita dagli accordi collettivi, che ammonta allo 0,5% della retribuzione, possono usufruire di quello dell’azienda, pari all’1,5% della retribuzione.

L’entità della contribuzione è fondamentale per definire il livello della pensione complementare: maggiori saranno i contributi versati, maggiore sarà l'importo della pensione finale.

Ricordiamo che l'iscritto può:

  1. aumentare o diminuire la sua percentuale di contribuzione direttamente prelevata dalla busta paga. La variazione può essere effettuata più volte. È opportuno ricordare che il contributo dell'azienda pari all'1,50% sarà presente solamente se il lavoratore versa almeno lo 0,50%;
  2. effettuare un versamento volontario effettuando un semplice bonifico al Fondo pensione.

Per capire meglio quanto varierà la pensione complementare al variare della contribuzione utilizza il motore di pianificazione La mia pensione complementare.

A seconda di quanto si decide di versare, il lavoratore potrà ottenere un diverso beneficio fiscale.


NB: L’esempio è calcolato con un reddito lordo annuo di 27.000 €; aliquota Irpef: 27% addizionali regionali e comunali medie pari al 2,19%; contribuzione annua che non superi il plafond di deducibilità di 5.164,67€.